News

Archivio notizie Alberitalia.it

Proseguono i sopralluoghi nell'area di Un Bosco dalla Cenere

Proseguono i sopralluoghi nell'area di Un Bosco dalla Cenere

Ripristinare la copertura vegetale di un’area percorsa da incendio non significa soltanto piantare alberi. Nei giorni scorsi abbiamo effettuato un ulteriore sopralluogo nell’area del progetto Un Bosco dalla Cenere, sul Monte Pisano.

A distanza di tre anni dall’incendio l’area si presenta ricoperta da specie arbustive che si sono avvantaggiate dell’assenza del bosco, primo fra tutti il ginestrone (Ulex europaeus L.). La naturale e rapida risposta dell’ecosistema è stata fondamentale per proteggere il suolo dall’erosione in questi primi 4 anni, ma in un’ottica di lungo periodo, per il ripristino del soprassuolo boschivo, è necessario agevolare l’incremento di specie arboree con caratteristiche di resilienza al passaggio del fuoco. Un chiaro indizio sulla direzione da intraprendere ce lo danno i purtroppo rari esemplari di sughera che ancora svettano su questi versanti, gli unici alberi ad aver resistito all’incendio.

Ed è proprio questa la principale specie che andremo a piantare con il progetto “Un Bosco dalla Cenere”. Ma per farlo è necessario prima liberare parte del terreno dalla vegetazione arbustiva presente e creare le condizioni per cui le giovani piantine possano crescere senza eccessiva competizione nei primi e difficili anni che seguiranno l’impianto. Allo stesso tempo è importante pensare a come evitare che l’aridità estiva possa danneggiarle, saranno necessarie innaffiature di emergenza ma anche la messa in campo di accorgimenti progettuali per limitare la dispersione dell’umidità e favorire la canalizzazione delle acque meteoriche.

Assieme alla Comunità del Bosco del Monte Pisano stiamo valutando tutte le migliori soluzioni disponibili in modo da garantire la riuscita del progetto e partire al più presto con la messa a dimora delle piante.

DSCF0261 low

DJI 0694 low

Newsletter

5x1000